Museo della Ceramica Duca di Martina

Il Museo della Ceramica Duca di Martina è ospitato all’interno di Villa Floridiana, uno splendido edificio neoclassico immerso nel verde del Vomero. La villa, abitata fino al 1826 dalla duchessa di Floridia Lucia Migliaccio, moglie morganatica di Ferdinando IV di Borbone, nel 1919 è stata acquistata dallo Stato italiano per farne una sede espositiva. Il museo è stato aperto nel 1931 e raccoglie la prestigiosa collezione di opere d’arte decorative del duca di Martina Placido de Sangro che i suoi eredi, vent’anni prima, avevano donato alla città di Napoli.

La raccolta conta oltre 6.000 manufatti, databili tra il XII e il XIX secolo, e distribuiti sui tre piani della villa: al piano terra sono esposti dipinti, maioliche, cristalli e altre preziose opere, oltre a mobili e oggetti d’arredo originari; al primo piano si trova la collezione di ceramiche italiane ed europee risalenti al Settecento; infine, al piano seminterrato si possono ammirare quasi 2.000 oggetti di arte orientale, tra cui pregevoli porcellane cinesi e giapponesi.